Ancora un sequestro di rifiuti che dal nostro paese partono per paesi terzi. Pochi giorni fa dal porto di Napoli la destinazione era la Cina (vedi articolo GeaPress). Questa volta dal porto di Taranto la destinazione è l’Egitto.
I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Taranto, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, a seguito di un’operazione antifrode riguardante i traffici in esportazione di autoveicoli e loro parti, hanno sequestrato circa 24.000 Kg. di rifiuti speciali, stoccati all’interno di due containers destinati in Egitto.
La merce proveniva da aziende di autodemolizione con sede nelle province di Taranto e Lecce, i cui legali rappresentanti sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla locale Autorità Giudiziaria.