guardia costiera
GEAPRESS – Nuovo intervento della Guardia Costiera di Taranto in località “Lama”, ove è stata posta sotto sequestro una rete da posta di 50 metri di lunghezza.

I militari sono intervenuti nell’ambito della periodica attività di vigilanza finalizzata al controllo sulla filiera di pesca ed il contrasto alla pesca illegale. Questo al fine di salvaguardare il delicato ecosistema marino delle acque del golfo di Taranto.

In tale contesto, nella giornata di sabato scorso, personale imbarcato su una motovedetta dipendente dalla Capitaneria di porto di Taranto intercettava un natante da diporto con una persona a bordo intenta a posizionare, in uno specchio acqueo a poca distanza dalla costa in località “Lama” del comune di Taranto, una rete da posta di 50 metri.

Al conduttore del natante è stata elevata una sanzione amministrativa per aver pescato in zona non consentita e con attrezzi vietati.

Sempre nella medesima giornata la Guardia Costiera ha provveduto a rimuovere una rete da pesca presente nello specchio acqueo della zona militare della nuova base navale della Marina Militare la cui presenza rappresentava un serio pericolo per le attività operative delle unità navali.

L’attività di vigilanza delle acque della base navale costituisce un necessario corollario delle azioni dirette alla salvaguardia della difesa nazionale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati