Nella notte tra il 4 e il 5 maggio i militari del Nucleo difesa mare della Capitaneria di Porto di Taranto e dell’Ufficio Locale Marittimo di Policoro, lungo il litorale di Nova Siri, a seguito di una lunga attività di appostamento, hanno intercettato alcuni individui che con l’ausilio di due piccoli natanti erano intenti alla pesca del novellame di sarda (bianchetto). I pescatori di frodo erano forniti anche di un furgone sul quale il prodotto è stato caricato per il successivo trasferimento ai punti di vendita illegali.

La pattuglia della Guardia Costiera è quindi intervenuta per bloccare i pescatori. Accortisi di quanto stava per accadere ed aiutati dal buio, i natanti sono riusciti a dileguarsi via mare. Dopo un inseguimento è invece stato bloccato il conducente del furgone ed un altro soggetto, che quindi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

All’interno del furgone sono state rinvenute oltre cento cassette di novellame di sarda per un peso totale di circa una tonnellata. Il valore del pesce sequestrato se immesso sul mercato avrebbe fruttato ai pescatori senza scrupoli alcune decine di migliaia di euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati