GEAPRESS – Un grosso squalo in località “Lama” nei pressi di Taranto.

Questa la segnalazione pervenuta ieri mattina al numero blu della Capitaneria di Porto 1530. Una località già nota sebbene per gli interventi repressivi della Capitaneria ai danni di pescatori di frodo.

Il grosso pesce, lungo circa tre metri e mezzo, in effetti c’era. Avvistato a 10 metri dalla costa e a due metri di profondità dalla motovedetta M/V CP264.
Si trattava però di un innocuo squalo elefante (Cetorhinus maximus gunnerus). Un individuo giovane. Gli adulti, infatti, possono raggiungere i dieci metri di lunghezza. Il suo cibo è solo il piccolissimo plancton.

Gli squali elefanti non rappresentano avvistamenti insoliti e nel passato si sono addirittura osservati all’interno del Mar Piccolo della stessa Taranto. Una scheda in merito all’avvistamento è stata inviata all’Istituto Cetacei ed Animali Marini presso l’Università degli Studi di Bari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati