GEAPRESS – Venti zanne di elefante sono state sequestrate ad un Capitano di Polizia fermato ad un posto di blocco nella provincia di Chumphon. Le zanne erano state nascoste all’interno di sacchi di fertilizzante. Stante le prime informazioni rilasciate dagli inquirenti, sembrerebbe che il poliziotto corrotto abbia acquistato le zanne da un contrabbandiere malese.

Il Capitano è stato tratto in arresto e dovrà ora rispondere dei reati previsti in violazione della “Wild Animal Reservation and Protection Act” (WARPA).

La Tailandia è un paese che ha recepito la Convenzione di Washington sul commericio di specie rare e minacciate di estinzione. Purtroppo rimane al centro di numerosi traffici illegali che hanno ad oggetto il traffico di animali o loro parti, minacciati di estinzione. Due punti caldi, sono lo stesso aeroporto internazionale di Bangkok, oggetto di più sequestri, ma anche i mercati popolari della stessa città.

Proprio nella capitale Tailandese si svolgerà a marzo il prossimo meeting delle parti della Convenzione di Washington. Recentemente il WWF ha lanciato una petizione internazionale in vista dell’importante appuntamento, ove si chiede alle autorità governative di vietare la vendita nel paese di oggetti in avorio. Quelli provenienti dalla manifattura di avorio locale, infatti, si possono vendere, ma la facile falsificazione dei certificati fornisce un formidabile mezzo per lo smercio dell’avorio illegale proveniente dai paesi africani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati