cane tailandia
GEAPRESS – Non molto incisiva ma è la prima norma che dovrebbe prevenire i maltrattamenti di animali in Tailandia. Un iter lungo, stante quanto riferito dai giornali locali, iniziato circa due decenni addietro con lo scopo di  porre un freno al mercato di carne di cane. In Tailandia solo limitatissimi gruppi nel  nord del paese sembrano nutririsi di tale carne, ma quello che incide è il commercio verso i paesi vicinori. Commerci divenuti  più volte oggetto di intervento da parte delle autorità di polizia.

La nuova norma dovrebbe reprimere con  una pena pecunaria massima di 5oo dolari equivalenti (il tutto, però, da rapportarsi con il potere d’acquisto locale) e detenzione compresa tra poche settimane ed un anno.

La legge, secondo alcune ONG locali, non sarebbe inoltre molto precisa nel definire cosa esattamente deve intendersi per maltrattamento. Ad ogni modo si tratta del primo provvedimento e questo, secondo alcune associazioni, è un fatto da segnalare in maniera positiva.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati