delfinario
GEAPRESS – Il nuovo delfinario di Phuket, la nota meta turistica tailandese, inizia a far polemica. Questo nei giornali locali, ma già da qualche tempo Sea  Shepherd ha preso di mira il nuovo circo d’acqua che potrebbe a breve detenere sei delfini.

Per gli ambientalisti gli animali dovrebbero arrivare dall’Ucraina ma il luogo dove sono stati prelevati dovrebbe essere la famosissima baia di Taiji, in Giappone. Come è noto nel porto giapponese i delfini vengono catturati per i delfinari ma anche per la macellazione.

Sarà veramente così? Provengono proprio dal Giappone i delfini della cattività acquatica tailandese?

Dalla struttura, ancora da inaugurare, non danno  informazioni precise, ma un giornale locale riferisce di una telefonata alla quale sarebbe stato risposto in russo.

Sea Shepherd, evidentemente convinta di quanto asserito, ha nel frattempo lanciato una petizione internazionale nella quale si addita la località turistica tailandese di avere così fatto un passo indietro. In altre parti del mondo, riferisce Sea Shepherd, i delfinari si starebbero chiudendo.

Dal canto loro i responsabili del nuovo delfinario rispondono ai giornalisti di avere tutto in regola. Autorizzazione rilasciate nei tempi e strutture a norma di legge.

Quello che dovrebbe essere certo (la struttura non ha ancora confermato la detenzione di delfini) è che una nuova struttura della cattività acquatica, molto simile a tante altre sparse nel mondo, sta per inaugurare nel cuore di una località turistica. Si vedrà, commenta ironicamente qualche post animalista, se anche questa affermerà di fare … scienza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati