elefante
GEAPRESS – Un dipendente dell’ufficio Parchi nazionali del Sudafrica è stato arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di essere implicato nella caccia illegale all’interno del Parco di Mapungubwe nella provincia del Limpopo.

L’uomo, nel frattempo rimesso in libertà dietro pagamento di una cauzione, dovrà comparire stamani innanzi alla Corte di Makhado.

Le accuse riguardano le attività di bracconaggio che avrebbero coinvolto una ditta di caccia confinante con il Parco Nazionale. Appena una recinzione separa le due aree che evidentemente potrebbero avere consentito  di organizzare un “sistema aperto” di caccia con l’area statale del parco nazionale. A quanto pare l’uomo aveva finanche utilizzato il servizio di e-mail del Parco per comunicare con  i suoi clienti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati