Già il nome dell’elemento chimico è vagamente inquietante. Eppure è presente in un farmaco veterinario utilizzato nella lotta ai parassiti intestinali. La Food and Drug Administration, ha ora scoperto che arsenico inorganico si rileva alle analisi delle carni di polli ai quali è stato somministrato il farmaco. Fatto, questo, inatteso. Mentre i produttori assicurano che trattasi di percentuali molto piccole l’Agenzia americana ha disposto che entra trenta giorni il farmaco incriminato dovrà essere bandito. Approfondimenti ne Il fatto alimentare