Stefano Fuccelli, Presidente del Partito Animalista Europeo, è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Roma. Secondo quanto comunicato dal PAE, Fuccelli sarebbe stato denunciato dal direttore del Servizio biologico e gestione della sperimentazione animale dell’Istituto Superiore Sanità, dott. Rodolfo Lorenzini.

I fatti sarebbero relativi al presidio svolto innanzi all’Istituto, lo scorso otto maggio. Nel corso della giornata mondiale anti-vivisezione, venne proposto un incontro formale, definito poi dal PAE come una “farsa” perchè destinato a placare gli animi dopo tre ore di protesta. Le affermazioni dell’Istituto vennero definite “menzognere”.

Potrebbe forse essere questo l’oggetto della denuncia formulata contro Fuccelli che, dal canto suo, reagisce affermando che il processo sarà occasione per avvalorare la tesi sostenuta, ovvero l’infondatezza della pratica della vivisezione visto considerato che i pubblici confronti vengono sempre elusi. Sena mezzi termini, Fuccelli ha dichiarato di “avere accolto positivamente la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati