osei surgelati uccelli
GEAPRESS – Allarme del Cabs (Committee against bird slaughter) e Lac (Lega per l’abolizione della caccia) per quello che potrebbe rappresentare un rischio di azzeramento della “storica modifica alla legge nazionale sulla caccia“. Un provvedimento voluto dal Governo il quale, pochi mesi addietro, “ha bloccato l’importazione di uccelli morti dall’estero per alimentare la lucrosa consuetudine bresciana (e non solo) dello spiedo tradizionale“.

Il riferimento è al recente incontro che alcuni settori afferenti al commercio bresciano, hanno avuto con il Ministro dell’Ambiente Galletti ed al quale sarebbe stato chiesto una deroga alle nuove regole. Lac e Cabs si rivolgono per questo allo stesso Ministro, oltre che al Commissario Europeo per l’Ambiente Karmenu Vella, sollecitando entrambi a non azzerare “la recente conquista sulla strada della tutela dell’avifauna su scala mondiale“.

Le associazioni tengono a precisare come in realtà lo spiedo non sia mai stato vietato, in quanto confezionabile senza alcun commercio con uccelli cacciabili (come del resto lo sono anche quelli importati dall’estero ed ora vietati). I due gruppi si rivolgono così al Ministro Galletti preoccupati che la vicenda possa essere interpretata in maniera diversa, ovvero che “l’importazione di uccelli dal Nordafrica serviva anche a coprire la generale illegalità venatoria e il rifornimento degli stessi ristoranti con esemplari protetti da parte di cacciatori e bracconieri locali“. Ed invece, sostengono sempre le associazioni, l’abbattimento a fucilate, ma ancora di più l’uccellagione praticata con trappole e reti rappresenterebbero storicamente fonti di approvvigionamento “di un mercato dai grandi numeri e, insieme, la causa di un depauperamento gigantesco del patrimonio faunistico intercontinentale rappresentato appunto dagli uccelli migratori“.

Dunque il rischio che la deroga possa diventare un paravento, ossia una opportunità con il quale si terrebbe aperto un canale di approvvigionamento nel quale fare entrare legalmente e illegalmente di tutto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati