delfinio spiaggiato
GEAPRESS – Ancora ritrovamenti di delfini morti lungo le spiagge italiane. A Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, nei pressi della zona industriale ASI, è stato rivenuto il corpo di un delfino Tursiope.

Secondo quanto reso noto dalla Guardia Costiera, il delfino, lungo due metri e del peso di circa due quintali, sembrava essere morto da poco tempo. Per le procedure di rimozione è stato contattato l’Istiuto Zooprofilattico  Sperimentale della Sicilia. Ignote, ancora, le cause della morte.

Sarebbe invece molto meno misteriosa la morte di un delfino Stenella rinvenuto il nove maggio nei pressi di Palmi, in provincia di Reggio Calabria. La notizia, circolata solo poche ore addietro, riferisce di un animale tagliato in maniera precisa nel ventre e nei fianchi. A mancare anche tutta la parte caudale. L’ipotesi che è circolata è quella dell’eventuale intervento di un pescatore che avrebbe “punito” il delfino per la sua irruenza nella zona di pesca.

Il corpo del povero animale dovrebbe essere stato trasferito presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno con sede a Mileto (RC). I parametri rilevati, sono già stati inviati alla banca dati nazionale sugli spiaggiamenti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati