lettino sperimentazione animale
GEAPRESS – La direttiva europea 2010/63/UE è stata un’occasione persa per superare la sperimentazione animale e creare quelle serie condizioni di sviluppo ed impiego su vasta scala di metodi alternativi oggi disponibili e maggiormente efficaci. A riferirlo, in una lettera inviata al Ministro della Salute Lorenzin, sono stati gli Europarlamentari Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI (Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare), e Sonia Alfano membro della Commissione LIBE (Libertà civili, giustizia e affari interni) e Presidente della Commissione antimafia europea. La lettera è stata altresì inviata ai membri della Commissione Sanità del Senato e ai membri della Commissione affari Sociali della Camera dei Deputati.

I due Eurodeputati, chiedono così che l’Italia diventi paese guida nella ricerca innovativa con metodi alternativi, superando quelli che definiscono gli “obsoleti test su animali“. In tal senso andrebbe valutato lo schema di decreto legislativo con il quale si sta provvedendo a recepire la Direttiva, come un atto in cui tradurre la volontà di superamento della sperimentazione animale. Un via, cioè, per proseguire  una politica aperta e di sostegno ai metodi alternativi, più economici, più veloci e affidabili.

L’articolo 13 della Legge di delegazione europea in Italia costituisce così un modo lungimirante di introdurre innovazione nella ricerca, sviluppando una ricerca maggiormente orientata ai metodi alternativi. “Per questa ragione – hanno riferito gli On.li Sonia Alfano ed Andrea Zanoni – il nostro augurio è che il Decreto Legislativo che il Governo emanerà e su cui le Commissioni parlamentari del Parlamento italiano si pronunceranno nei prossimi giorni, dia concreta attuazione all’articolo 13“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati