rondine
GEAPRESS – Strada “Playa Granada” nei pressi di Motril in Spagna. Uccelli neri che piovono in terra. Si tratta di rondoni ma anche di altri volatili che hanno l’abitudine di catturare insetti in volo, come i balestrucci.

Nei luoghi si sono recati i tecnici comunali del Servizio Ambiente ed  una pattuglia della Guardia Civile motorizzata.

I primi sospetti si sono concentrati su un possibile pesticida che potrebbe  avere avvelenato la catena alimentare o inquinato le acqua di un canale. La preoccupazione, oltre a quella di  ripulire le strade, è stata anche di evitare che altri animali potessero mangiare gli uccelli morti.

Sui corpi dei poveri animali sono ora attesi i risultati degli esami autoptici.

Rondoni e balestrucci sebbene appartenenti a due ordini di uccelli diversi, sono accomunati dal fatto di nutrirsi in volo. Ancora più specializzato è il primo uccello per il quale si pensa che si posi  solo per  la nidificazione. Non un vero nido, però. Piuttosto una cavità nelle quale deporre le uova.  I rondoni,  sono animali molto comuni e dalla sorprendente capacità di adattamento. Il loro tipico stridere è comune nei periodi primaverili ed estivi in quasi tutti i centri abitati italiani. Il verso è  addirittura entrato in alcune note pubblicità. Il veloce apodiforme si è adattato perfino a vivere all’interno dei vani di avvolgimento delle tapparelle, mentre più di recente alcune coppie sono state osservate nel tentativo di nidificazione della parte retrostante la macchina esterna delle pompe di calore.

Il balestruccio, invece, nidifica in nidi a coppa costruiti sotto cornicioni e balconi. Per questo è solito poggiarsi in terra per raccogliere pallottoline di fango che trasporterà per la costruzione del nido. Si tratta di un passeriforme, come le rondini (nella foto), ma gli adattamenti nell’alimentazione lo fanno sembrare per alcuni versi simile al rondone.

Facile ipotizzare, nel caso del presunto avvelenamento spagnolo, che la fonte di cibo, ovvero gli insetti, sia  stata avvelenata a seguito di un trattamento nei campi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati