richiamo
GEAPRESS – Intervento antibracconaggio, alle prime ore dell’alba di oggi alle falde del Vesuvio.

A sanzionare un bracconiere sono state le Guardie Giurate Venatorie e Zoofile dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), Nucleo di Napoli, in collaborazione con le Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF Italia (Fondo Mondiale per la Natura), Nucleo di Napoli.

Dopo i controlli di routine a cacciatori risultati in regola, in una località del comune di Somma Vesuviana (NA), le Guardie hanno rinvenuto un richiamo per uccelli a funzionamento elettroacustico (cosiddetto FONOFIL); il marchingegno riproduceva il canto del Tordo. Si tratta, spiegano WWF ed ENPA, di un uso vietato dalla Legge e punito penalmente.

Il richiamo, il fucile, le munizioni e tutte le altre attrezzature connesse sono state sequestrate dagli uomini dell’Arma dei Carabinieri, intervenuti molto rapidamente sul posto dopo la chiamata di emergenza effettuata delle Guardie. Si è così proceduto alla denuncia di una persona all’Autorità Giudiziaria competente.

WWF ed ENPA ricordano che i richiami elettroacustici sono vietati dalla Legge perché tendono a far concentrare, in maniera del tutto innaturale, un numero considerevole di esemplari in un punto specifico ove si appostano uno o più bracconieri. Il risultato è una vera e propria strage.

Il servizio antibracconaggio dell’ENPA e del WWF è proseguito durante tutta la giornata del 23 ottobre 2016 e sono stati elevati una decina di verbali amministrativi in materia venatoria e zoofila.

Le Guardie WWF ed ENPA ringraziano l’Arma dei Carabinieri per il celere e qualificato supporto fornito all’operazione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati