caretta
GEAPRESS – Per le tartarughe marine che frequentano il litorale siracusano, quella in corso è davvero una settimana particolare.

Nei scorsi giorni, infatti, la sala operativa della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Siracusa ha ricevuto la segnalazione da parte di alcuni bagnanti, circa l’avvenuto ritrovamento nello specchio acqueo antistante il Lido di Noto, di una “Caretta-caretta” in evidente stato di difficoltà. L’animale, informa la Capitaneria di Porto, presentava una grave ferita.

Il personale militare in servizio lungo il litorale di competenza, dopo aver prelevato la Caretta caretta con apposito contenitore, contattava l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia che, successivamente, provvedeva a prestare le cure finalizzate al futuro reinserimento della tartaruga nel suo habitat naturale.

All’indomani di tale ritrovamento, sono state, invece, rinvenute uova di tartaruga, sempre della specie “Caretta-caretta”, deposte sulla battigia antistante le spiagge di “San Lorenzo” e “Eloro – Pizzuta”, nell’ambito comunale di Noto (SR).

In questo caso la sala operativa della Guardia Costiera aretusea ha allertato i referenti locali dell’Ufficio Gestione Foreste della Regione Sicilia e del WWF al fine di consentire agli stessi di adottare le misure necessarie alla tutela delle suddette aree di ovo deposizione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati