palio di siena
GEAPRESS – Dispiacere e indignazione per la morte della cavalla Periclea. Questo quanto riportato in un comunicato della Lega Nazionale per la Difesa del cane che definisce insensato il Palio di Siena. Come è noto nel corso della quarta tratta della corsa che si svolgerà questo pomeriggio, era rimasta incidentata la cavalla Periclea, poi abbattuta presso la clinica veterinaria ove era stata ricoverata.

Tutte le estati e non soltanto a Siena, si registrano morti di innocenti cavalli. “Perdono la vita o subiscono lesioni gravissime – afferma Paola Canonico, Referente Equidi LNDC – per dare vita a queste manifestazioni. Dal Piemonte alla Sicilia l’Italia è funestata ogni anno da questi incidenti”.

La Toscana, afferma la nota degli animalisti, è una delle regioni al mondo che ha più da offrire quanto ad arte, cultura e bellezze della natura e non avrebbe certo bisogno di questi mezzi per essere famosa nel mondo e attirare visitatori. Il dito è ora puntato alle morti registrate negli anni proprio nel corso del Palio di Siena. Questo pomeriggio, intanto, si svolgerà la corsa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati