L’ultimo ritrovamento risale a ieri nel cortile di un negozio di via San Lorenzo, nel quartiere savonese di Villapiana che, come riferiscono i volontari dell’ENPA savonese, è particolarmente gradito ai rettili. Si tratta di una natrice. Il serpente è stato preso in consegna dai volontari della Protezione Animali, che nei prossimi giorni provvederanno a liberarla in una zona più adatta e lontana dalle abitazioni.

Negli stessi luoghi sono stati rinvenuti tempo addietro anche un colubro lacerino ed una biscia tassellata.

L’ENPA, con l’occasione, ricorda che si tratta sempre di animali innocui e protetti per la loro grande utilità nell’ambiente, comprese le vipere che, se non calpestate, non attaccano mai.

La natrice è abbastanza diffusa in provincia, ha abitudini diurne, è agile sia in acqua che a terra ed é la biscia acquaiola più strettamente legata agli habitat acquatici, da cui di solito non si allontana molto; caccia in acqua, prevalentemente pesci, anfibi e loro larve; le femmine depongono tra giugno e luglio fino ad una trentina di uova, che verso la fine di agosto, schiudono giovani lunghi intorno ai 20 centimetri.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati