elefante
GEAPRESS – Notizia in controtendenza rispetto ad altre sulla mattanza degli elefanti africani. Anzi, la mattanza c’è ma evidentmente non è riuscita ad invertire un trend che per gli elefanti, ma anche per altri animali, rimane positivo.

L’area in questione è quella del Mara Serengeti, a cavallo tra Kenya e Tanzania.

Secondo in report diffuso pochi giorni addietro dal Ministro del Turismo della Tanzania, l’uiltimo censimento aereo degli elefanti, riporta 7534 nel 2014 contro i  2058 animali del 1986 . Positiva è stata anche la conta dei bufali passati da 54.979 di 28 anni addietro a 61.896 di quest’anno.

Una buona notizia che si spiegherebbe con l’aumento delle azioni di conservazione. Una tesi, quest’ultima, condivisa anche dal WWF che però ricorda l’azione continua dei bracconieri.

Secondo gli ambientalisti, infatti, sarebbero state altresì rilevate 192 carcasse di elefante, di cui 117 in Kenya e 92 in Tanzania. Per il primo paese l’84 % si trovavano al di fuori della riserva di Masai Mara e trattavasi in ogni caso di animali con la zanne tagliate.

Il WWF ha altresì sottolineato la collaborazione esistente tra i due paesi per la repressione del bracconaggio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati