tonno IX
GEAPRESS – Nuovo intervento in merito alla commercializzazione illegale del tonno, che ieri sera ha portato gli uomini del Nucleo della Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto di Trapani congiuntamente al personale della Polizia Stradale di Palermo, al sequestro di sei Tonni rossi.

I responsabili, si legge nel comunicato della Capitaneria di Porto di Trapani, sarebbero alcune persone già note. In totale è stata intercettata una tonnellata di pescato.

Il sequestro è avvenuto lungo la A-20 Palermo-Mazara del Vallo, in  direzione del capoluogo siciliano. Nei pressi di Alcamo (TP), la pattuglia della Polizia Stradale di Palermo ha fermato un furgone sospetto, già attenzionato dalla Sala Operativa della Guardia Costiera. Al suo intervento i sei Tonni rossi (Thynnus thunnus).

Sul posto è sopraggiunto il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera di Trapani, che ha riscontrato come tutto il pescato era privo di documentazione attestante la tracciabilità nonché del Blue Catch Tuna Fish Document (documento necessario per la commercializzazione del tonno rosso). L’automezzo è stato così condotto dalla pattuglia della Polizia Stradale e da quella della Guardia Costiera presso il deposito CE del porto di Trapani per gli accertamenti sanitari di rito.

Il dirigente di turno presso il distretto veterinario dell’ASP n. 9 di Trapani ha accertato come il tonno non era idoneo al consumo umano.

Il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera di Trapani congiuntamente alla Polizia Stradale di Palermo, ha elevato al conduttore dell’automezzo sanzioni per un importo complessivo di 8.500 euro sottoponendo al sequestro ed alla confisca i sei Tonni rossi. I grossi pesci verranno distrutti a seguito di emissione di Ordinanza del Sindaco di Trapani.

L’attività si inquadra nell’ambito dei controlli disposti dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto a tutela dei consumatori e rientra nell’ottica del coordinamento delle attività di repressione degli illeciti in materia di pesca che coinvolge giornalmente le Forze di Polizia e la Guardia Costiera.

Nei giorni scorsi, nella città di Palermo ed in minor misura  nel trapanese, si erano avuti numerosi casi di intossicazione a causa del Tonno rosso avariato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati