GEAPRESS – Hanno cercato di sbarazzarsi dei richiami elettroacustici vietati dalla legge sulla caccia. I due amici cacciatori, sorpresi dalle Guardie dell’ANPANA vicino ad uno stagno nei pressi di Seniga (BS), hanno cercato così di apparire “normali” al controllo. Ed invece, stante i versi risutati registrati, non solo utilizzavano un mezzo di caccia non consentito, ma anche con lo scopo di attirare specie protette. Fringuello e peppola, ovvero dei fringillidi protetti dalla legge.

Per i due la denuncia per uso di mezzi non consentiti nell’attività venatoria. Armi e mezzi non consentiti sono stati posti sotto sequestro. Si tratta dell’ultimo sequestro operato dalle Guardie dell’ANPANA nella provincia di Brescia. Un intervento che va ad aggiungersi ad altri che hanno visto come vittime animali protetti e fringuelli in particolar modo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati