GEAPRESS – Su diciassette cavalieri poi risultati sanzionati, solo in sei hanno pagato nei tempi di legge. Il tutto nasce dall’Ardia a Pé di Sedilo, (OR) svoltasi la scorsa estate (vedi articolo GeaPress). In quella occasione risultò peraltro  esservi un grave incidente ad una donna.

Le sanzioni in violazione dell’Ordinanza comunale, vennero contestate dai Carabinieri della Stazione di Sedilo, dipendente dalla Compagnia di Ghilarza. I cavalieri non avrebbero potuto correre quella parte del percorso. Solo in sei, però, hanno pagato la sanzione ridotta di 50 euro. L’autorità amministrativa, informano i Carabinieri, ha inoltre accolto il ricorso di due cavalieri e respinto quello di un terzo.

Per chi ha perso il ricorso e per tutti gli altri che non hanno ancora provveduto al pagamento è stata ora emessa Ordinanza di ingiunzione di pagamento.

L’Ardia di Sedilo comporta più esibizioni equestri che si svolgono in un duro percorso in forte pendenza e con curve particolarmente impegnative. In tale percorso si sono verificati incidenti anche di grave entità.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati