Da pochi giorni il Capitano Paul Watson ha lasciato il carcere di Francoforte su cauzione. Ma gli attivisti di Sea Shepherd sanno che la battaglia da vincere è dura. Bisogna convincere le autorità tedesche a non dare seguito alla richiesta di estradizione del Costa Rica. Una richiesta che ha sollevato forti dubbi persino nell’Interpol, ma che le autorità tedesche invece hanno accettato (vedi articolo GeaPress).

La Corte Regionale Superiore di Francoforte ha confermato, in accordo con il Procuratore Generale, che l’autorità che potrebbe bloccare l’estradizione, salvando così il Capitano Watson, è in capo all’Onorevole Ministro Federale della Giustizia tedesca.

Per Sea Shepherd, se messa in atto l’estradizione, sarebbe a rischio la stessa incolumità del Capitano Watson. Ecco perché l’associazione che da anni si batte per la difesa del mare e dei suoi abitanti, ha indetto per oggi 23 maggio una Giornata di Azione Globale da svolgersi davanti alle ambasciate tedesche nel mondo.

La scelta della giornata non è a caso. Infatti, proprio oggi la Presidentessa del Costa Rica, Laura Chinchilla, farà visita alla Cancelliera Tedesca Merkel a Berlino.

Quindi oggi sarà la Giornata S.O.S – Salviamo il nostro Capitano! In tutto il mondo, i sostenitori di Sea Shepherd faranno sentire la loro voce presso le ambasciate e i consolati tedeschi tra le 11:00 e le 13:00 (ora locale).

A Berlino l’appuntamento è a Platz Großer Stern dalle 10:30 alle 13:00.

Anche in Italia si manifesterà per l’ingiusta accusa rivolta al Capitano Watson. Di seguito alcune delle piazze principali dove si svolgeranno le manifestazioni:

MILANO:
Via Solferino 40 (ritrovo in Largo Treves 2 alle ore 11.00)
filippo@seashepherd.it

VENEZIA:
S. Croce 251 – Palazzo Condulmer
stefano.a@seashepherd.it

FIRENZE:
Corso dei Tintori 3
nelusco@seashepherd.it

NAPOLI:
Via Crispi 69
maddy@seashepherd.it