globicefalo
GEAPRESS – Sea Shepherd ritorna alla carica contro il massacro dei delfini globicefalo (cosiddette balene pilota) che a partire dalla stagione estiva  si svolge nelle isole Faroe, facenti parti del Regno Unito di Danimarca.

Volontari di 26 nazioni convergeranno sulle isole per difendere le balene pilota ed i delfini di altre specie che ogni anno vengono uccisi per l’alimentazione.

La quota stabilita per le isole è stata pari, nel 2013, a ben 1534 delfini globicefalo. Una questione, quella della macellazione dei delfini in Europa, che ha più volte portato in scontro frontale l’associazione ambientalista con il Governo danese.

I delfini vengono spinti in acqua basse all’interno di una delle numerose insenature dell’arcipelago. Vengono poi uccisi con un taglio alla gola.

L’operazione di Sea Shepherd, battezzata “GrindStop 2014” prende il nome dalla parola con la quale localmente è indica la caccia alle balene ovvero, “grindadráp”. L’iniziativa ecologista prenderà il via molto prima dell’estate,  con  una campagna divulgativa che toccherà ben 12 città della Gran Bretagna.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati