gheppio pallare 10 13 b
GEAPRESS – Colpita da una fucilata in valle Bormida, nella cava di Pallare (SV). Una femmina di gheppio, uccello rapace protetto dalla legge, centrato mentre i politici locali sono impegnati nei “salti mortali” per tentare di riaprire la caccia che, per due volte in pochi giorni, i Giudici Amministrativi hanno bocciato. A riferire polemicamente l’incongruenza è la sede ENPA di Savona.

I volontari della Protezione Animale, si sono recati a soccorrere il povero animale la cui ala è rimasta trafitta dai pallini di piombo. Si farà il possibile per curarlo e poterlo, dopo la riabilitazione, liberare. Un compito, aggiunge alla nota l’ENPA, che spetterebbe però alla Provincia.

Ancora non sciolta la prognosi che potrebbe purtroppo sancira l’impossibilità a potere liberare il grazioso animale. Niente vita in  natura, nel caso. Nel loro ambiente, i Gheppi posoono viviere fino a  quindici anni, “fucilate permettendo” afferma l’ENPA.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati