tartarughe guance gialle
GEAPRESS – Dopo la tartaruga trovata la scorsa settimana sulla spiaggia di Zinola (SV) tra i cumuli di legname scaricati in mare dall’alluvione dei torrenti genovesi, altri quattro rettili sono stati recuperati dai volontari della Protezione Animali, sempre sulle spiagge della zona. Secondo l’ENPA si potrebbe trattare  di soggetti anch’essi sopravvissuti alle piene genovesi e trasportati sulla costa dalle correnti marine.

Appartenenti alla specie cosiddetta “orecchie gialle” per la colorazione caratteristica dei padiglioni auricolari,  ne sono state trovate due a Vado Ligure, una a Varazze ed un’altra ancora a Zinola; erano solo molto affamate e le cure dei volontari a base di mangimi specifici le hanno finalmente  saziate. Attendono ora di essere adottate, possibilmente in un bel laghetto ospitale: si potranno vedere presso la sede ENPA di via Cavour a Savona, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, telefono 019 824735.

Sono animali originari del sud degli Stati Uniti, purtroppo ancora di libera vendita malgrado gli appelli dell’ENPA di proibirla; ciò per evitare che, dopo l’entusiasmo per il piccolo giocattolo vivente, comprato con leggerezza per la gioia dei figli, crescendo diventi ingombrante e finisca spesso abbandonato nei torrenti liguri, dove o muore in un ambiente troppo diverso dal suo o, raramente, sopravvive miseramente uccidendo la fauna selvatica autoctona.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati