gattini
GEAPRESS – Verrà pagata dai volontari dell’ENPA la multa che è stata contestata ad una gattara savonese, che avrebbe dato da mangiare a due spaventati gattini in una zona esterna alla colonia felina. Una persona molto conosciuta a Savona che ha dedicato tutta la vita ai gattini di strada e che si ritrova ora con 50 euro di sanzione.

Appena vi saranno prossime sanzioni, faremo ricorso“, annuncia l’ENPA di Savona, ovviamente molto critica nei confronti del provvedimento.

La signora sarebbe stata “scoperta” alle 20.00 di ieri da agenti in borghese della Polizia Municipale. Un fatto, riferisce l’ENPA nel suo comunicato, che lascia l’amaro in bocca e che va a peggiorare i rapporto già “sconfortanti” esistenti tra la Protezione Animali e l’amministrazione comunale, proprio sul tema dei gatti di città.

Eppure una legge regionale consente ai volontari di fornire cibo e riparo a questi animali, ovviamente nel rispetto delle norme igieniche. Un lavoro, quello di informazione e controllo, che l’ENPA svolge regolarmente.  Per il caso specifico sarebbe poi bastato un incontro con la stessa Polizia Municipale per risolvere le questione sollevata dai pochi ma a quanto pare decisi cittadini che non sopportano i gattini.

Gatti di serie B, sottolinea l’ENPA, rispetto alle maggiori attenzioni che il Comune riserverebbe ai cani. Per i mici, una convenzione scaduta da due anni ed incontro ancora improduttivo avuto questa estate con il Sindaco e l’Assessore competente. Sono circa 300 i gatti nel frattempo soccorsi dall’ENPA, ma il paradosso sarebbe costituito da un piccolo contributo della Regione Liguria risalente a tre anni addietro ed ancora non erogato per un progetto di sterilizzazione. Un lavoro immane e grandi spese per medicine, veterinari, cibo e custodia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati