pescato III
GEAPRESS – Il mare è in sofferenza, lo dicono gli esperti e ormai è un dato acquisito anche dal grande pubblico, eppure in estate tra Festival dell’acciuga, sagra del baccalà, galà del fritto di pesce, gamberonata, sembra che l’approccio all’ecosistema marino passi solo dallo stomaco!

A sottolineare questa stonatura è l’ENPA di Savona che, invece, invita la cittadinanza ad avere un rapporto meno distruttivo con il mare, ricordando le condizioni difficili in cui versano gli animali del mar Ligure, a causa dell’inquinamento e dalla pesca commerciale e sportiva.

In questo quadro che i volontari definiscono “turismo consumista e letteralmente divorante”, l’ENPA Savona ricorda un’attività davvero “sea friendly”, ovvero  lo snorkeling, accompagnati da istruttori, per osservare pacificamente fondali e pesci. Tali attività sono in programma questo mese a Pietra Ligure e Bergeggi.

Inoltre, in questa situazione di grave sofferenza del mare anche i comportamenti personali possono fare la differenza.

Ecco perché l’ENPA rinnova l’appello a turisti e residenti che frequentano le spiagge: “non pescate, non raccogliete nulla di vivo in acqua e sul bagnasciuga, insegnate ai vostri bambini a lasciare in pace granchi, meduse, conchiglie e pesci, immergetevi armati solo di maschera e boccaglio ed osservate la meravigliosa vita marina senza ucciderla”, una dichiarazione di pace verso le creature del mare che ENPA Savona sollecita a tutte le persone di buon senso che questa estate vi si immergeranno.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati