esca avvelenata
GEAPRESS – A solo un mese dagli ultimi gravi episodi di avvelenamento di animali nella zona di Villapiana e nel centro storico, a Savona è di nuovo allarme veleno a Savona.

A darne comunicazione è l’ENPA di Savona che rileva come già a novembre sono stati un centinaio i colombi, tortore e passeri a morire a causa del veleno.

Questa volta è toccato a Leo, un giovane cane meticcio di proprietà. Portato a spasso sulle alture di via Mignone, zona San Nazario, dalla sua padrona, la bestiola aveva trovato ed ingerito resti di pollo che qualcuno aveva sistemato in una buca (nella foto), sentendosi male poco dopo; a nulla sono valsi i tentativi di salvarlo da parte del veterinario, che aveva emesso una diagnosi inquietante: avvelenamento da sostanze neurotossiche.

Le guardie zoofile dell’ENPA stanno svolgendo sopralluoghi e accertamenti per individuare il colpevole; chi possa dare informazioni utili è pregato di telefonare allo 019/824735 o inviare una mail a savona@enpa.org, o rivolgersi direttamente a Carabinieri, Polizia Municipale, di Stato e Provinciale, Guardia Forestale e di Finanza, espressamente incaricati dalla legge a perseguire i maltrattamento di animali.

L’ENPA fa appello ai proprietari di cani ed ai volontari che si occupano delle colonie feline della zona affinché evitino che gli animali ingeriscano sostanze sospette fuori casa. Ogni anno in provincia di Savona si verificano oltre 150 episodi di avvelenamenti di animali, o sospetti tali, sia deliberatamente mirati alla loro uccisione che conseguenze di errato o illecito uso di sostanze chimiche, con la morte di decine di cani e gatti di proprietà o di colonie feline ed un alto numero di volatili e mammiferi selvatici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati