coniglio n
GEAPRESS – Un bel coniglio nano, abbandonato nei giorni scorsi vicino in uno stabilimento balneare di via Nizza a Savona.

Il piccolo animale, riferisce l’ENPA di Savona, appariva terrorizzato e sofferente ed è stato subito segnalato ai volontari della Protezione Animali, che hanno cominciato le non facili operazioni di cattura. La bestiola, infatti,  velocissima e spaventata, non si lasciava avvicinare e trovava, tra le cabine ed una vicina zona verde incolta, facile rifugio. Tutti i tentativi, non ultima la sistemazione di una gabbia-trappola speciale con invitante cibo per conigli, sono andati a vuoto.

Poi il miracolo: l’ultimo dei numerosi appostamenti dei volontari è stato notato da un bambino che, incuriosito, si è avvicinato ad osservare; ed improvvisamente il coniglietto è uscito dal nascondiglio, andandogli incontro e facendosi tranquillamente prendere dal ragazzo, che lo ha così deposto nel trasportino dell’ENPA.

Inevitabili le conclusioni dei volontari: la bestiola era stata infatti abbandonata da due ragazzi che erano stati visti ma non identificati da chi aveva assistito al fatto e quindi, vedendo un bambino probabilmente somigliante all’ingrato padroncino, si era subito avvicinato fiducioso e senza rancore; l’ennesima lezione d’amore che gli animali danno ad un’umanità spesso senza cuore, anche se giovane.

Ora il coniglietto, curato presso la sede di via Cavour 48 r, si è calmato ed è divenuto socievole con tutti. E cerca una famiglia adottiva davvero civile; chi è interessato lo potrà vedere dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, da lunedì a sabato, telefono 019 824735.

Oltre ai circa 1.700 selvatici, sono 45 gli animali domestici, semidomestici o esotici soccorsi quest’anno dai volontari dell’ENPA, tra oche, anatre, galline, bengalini, tartarughe d’acqua, canarini, conigli, pappagallini, etc.; prendersene cura è compito dei comuni ma, come al solito, se ne occupano soltanto gli stanchi volontari dell’ENPA.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati