pettirosso
GEAPRESS – Un problema noto che questa volta ha “colpito” la città di Savona. Uccelli, in genere piccoli passeriformi,  contro ampie vetrate.

Gli incidentati soccorsi dall’ENPA cittadina sono tre pettirossi, forse giovani dell’anno. L’impedimento che li ha atterrati e stato sempre rappresentato da vetrate. Uno è finito contro la piscina di corso Colombo, l’altro in piazza Diaz a Savona, un terzo a Laigueglia.

Piccoli animali, che sono ora sottoposti alle terapie riabilitative.

Quando se ne trova uno in difficoltà, se non ferito – riferisce l’ENPA di Savona – basta tenerlo al riparo ed al caldo in una scatola ben aerata per qualche ora, ma poi è assolutamente obbligatorio liberarlo, essendone il possesso tassativamente proibito a chiunque“.

In questa stagione, ricorda l’ENPA,  i pettirossi europei compiono una piccola migrazione, spostandosi dai boschi del nord verso le pianure e le coste più accoglienti e calde dell’Europa del sud.Il pettirosso, la cui macchia caratteristica sul petto è attribuita dalla leggenda al sangue del Crocifisso nel tentativo di sfilare una delle spine della corona, è un volatile particolarmente protetto dalla legge, vive d’estate nei boschi e d’inverno si avventura sempre più spesso nelle città, calde ed accoglienti e si ciba di insetti, molluschi, larve e frutti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati