gheppio IV
GEAPRESS – Un falco Gheppio centrato da diversi pallini da caccia in un’ala e nel corpo. E’ accaduto nel torrente Letimbro, dove a soccorrere il povero animale sono stati i volontari della Protezione Animali di Savona. Il ricovero presso un ambulatorio veterinario ha poi rivelato il reale problema del rapace protetto dalla legge: un colpo di fucile.

L’ENPA informa ora come sia stato già effettuato un primo intervento per estrarne alcuni pallini ma, per completarne la rimozione, si dovrà ancora attendere. Se guarirà dovrà inoltre seguire una lunga riabilitazione in voliere idonee, presenti nel centro di recupero di Bernezzo (CN), che collabora con l’ENPA.

Sarà comunque difficile stabilire se la fucilata sia stata sparata da un cacciatore per errore o da un bracconiere che approfittava della caccia aperta. Del caso se ne occupranno le Guardie Zoofile dell’associazione.

La Protezione Animali sottoliena come siano già un centinaio, tra gli oltre 1.950 animali selvatici feriti o malati soccorsi dai volontari, i rapaci salvati dall’associazione. Il tutto grazie al solo utilizzo dei propri mezzi, volontari e risorse, finora senza alcun aiuto dalla Regione Liguria, che ha invece l’obbligo giuridico di provvedere direttamente o convenzionarsi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati