poiana II
GEAPRESS – Un grande rapace che volava maestoso sopra i boschi nei dintorni di Borgio Verezzi (SV). Così l’ENPA di Savona ricorda la Poiana trovata ormai incapace di volare dai   volontari della Protezione Animali nei dintorni di Borgio Verezzi. L’animale si presentava moribondo, devastato dai vermi intestinali che lo hanno ucciso poco dopo.

La Poiana, spiega l’ENPA di Savona, è diffusa in tutta Europa ed è presente nella provincia di Savona. Quando si lascia catturare è spesso talmente indebolita, ad esempio a causa delle parassitosi. In questi casi le cure subito prestate non riescono sempre a salvarla. E’ un vero peccato, aggiungono gli animalisti, perché si tratta di un importante regolatore biologico delle popolazioni di uccelli e piccoli mammiferi, cibandosi di carogne e soggetti deboli o malati;i volontari dell’ENPA ne soccorrono una decina ogni anno, soprattutto nel finalese ed in valle Bormida.

Le spese di carburante, veterinari, medicinali, mangimi e strutture, le spese per il recupero, la cura e la successiva liberazione di fauna selvatica ferita o in difficoltà ammontano a decine di euro per ogni soggetto. L’anno scorso l’ENPA savonese ha soccorso oltre duemila animali appartenenti alla fauna selvatica, mentre la Provincia, che per legge è tenuta ad occuparsene, non stanzia neppure un euro da inizio 2013.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati