falco pellegrino
GEAPRESS – Un soccorso singolare ma che alimenta l’ormai annosa polemica della mancanza dei soccorsi da parte della Regione Liguria.

Di certo ad interveniere sono stati ancora una volta i volontari della Protezione Animali che, con propri mezzi e risorse, hanno così raggiunto i quasi 1.800 soggetti ai quali hanno prestato aiuto; tra questi, una cinquantina di rapaci.

L’ultimo è un Falco pellegrino, caduto a terra in corso Ricci, presso il centro commerciale Il Gabbiano. Il volatile, probabilmente un giovane maschio, ha una seria ferita ad un’ala, dovuta forse all’impatto con un cavo aereo, anche se non si esclude – gli esami sono ancora in corso – la fucilata di qualche cacciatore “miope” o di un bracconiere interessato al trofeo; al termine delle prime cure verrà avviato al centro di recupero di Bernezzo (CN) per il completamento dei trattamenti veterinari e l’inizio della riabilitazione per tentare di poterlo poi liberare in un ambiente idoneo.

Questo infallibile predatore caccia al volo – le sue picchiate sfiorano i 300 chilometri orari – uccelli fino alle dimensioni del piccione e vive di solito in zone boschive e di campagna disabitate; si stima che in Italia ve ne sia solo qualche migliaio di coppie, in parte stanziali ed in parte svernanti in inverno dal nord Europa, anche se lo stato di specie particolarmente protetta ne sta favorendo, bracconieri ed insetticidi a parte, una discreta espansione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati