volpe cucciolo
GEAPRESS – Potrebbe essere vittima, sebbene indiretta, del bracconaggio. La madre del volpacchiotto recuperato dall’ENPA di Savona, potrebbe essere finita in una tagliola oppure uccisa da un bracconiere.

Per la Protezione Animali si tratterebbe di una spiegazione plausibile per il piccolo animale ritrovato in un prato nella frazione Santa Giulia del comune di Dego (SV). Il cucciolo di volpe si presentava molto debilitato, con le ferite infette già devastate dai vermi ed un occhio ormai compromesso; ma le cure stanno facendo effetto e non disperano di poterlo salvare, per poterlo riabilitare completamente e rimetterlo in libertà quando sarà guarito ed autosufficiente.

Si tratta, spiegano gli animalisti, di uno dei duecentocinquanta animali selvatici feriti, malati o in difficoltà, che dall’inizio dell’anno l’ENPA ha soccorso con i propri mezzi e volontari. Tali compiti, sottolinea la Pratezione Animali, dovrebbero essere della Regione Liguria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati