capriolo ferito II
GEAPRESS – Intervento dei volontari dell’ENPA sulle alture di Spotorno (SV). Ad essere stato segnalato, a quanto sembra a diversi enti pubblici, era un giovane di capriolo di circa un anno gravemente ferito forse dall’urto con un’automobile.

L’animale è stato subito portato da un veterinario che gli ha praticato le prime cure ma è morto poco dopo per le gravi lesioni interne. Un altro capriolo ferito, con le zampe quasi tranciate è morto alcune notti orsono poco distante, ai margini della strada di accesso al casello autostradale di Spotorno, trovato da un automobilista di passaggio che non era riuscito ad ottenere un intervento degli enti pubblici.

ENPA Savona ha così deciso di segnalare direttamente al Presidente della Giunta Regionale Toti, il compito di recuperare e curare la fauna selvatica ferita. Per legge, afferma la Protezione Animali, è compito della Regione Liguria. Una leggina approvata di corsa a fine anno dal consiglio regionale quasi all’unanimità, sollecitata proprio da settori intransigenti della caccia savonese, ha tolto agli ambiti di caccia il compito di recuperare gli animali selvatici feriti al di fuori dell’attività venatoria, senza prevedere alternative. Per l’ENPA si tratta di una vergogna che si protrae ormai da quattro mesi senza soluzione e che vede i volontari dell’ENPA, da soli, a contrastare con il proprio impegno una barbarie tutta ligure.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati