colombo avvelenato
GEAPRESS – Un nuovo avvelenamento di colombi è avvenuto, ieri, nella centrale piazza della Vittoria a Cairo Montenotte (SV). Secondo l’ENPA, l’avvelenatore ha probabilmente approfittando del fatto che la volontaria animalista che li sorveglia e li difende dai maltrattamenti è lontana dai luoghi perché ricoverata in ospedale. I soliti ignoti, riferisce l’ENPA, hanno sparso sostanze velenose uccidendo decine di volatili, forse non solo colombi. I volontari della Protezione Animali ne hanno soccorso alcuni ancora vivi ma non sono riusciti a salvarli a causa dei danni irreversibili del veleno usato.

Un avvelenamento definito dall’ENPA “consueto”. Infatti, nella piazza sono accaduti simili episodi ogni anno a partire dal 2007 e due volte nel 2010. L’associazione rivolge un appello ai proprietari di animali domestici della zona affinché tengano sotto controllo i propri animali, che potrebbero venire a contatto con il veleno. La sostanza tossica, ovviamente, rappresenta un pericolo anche per le persone e soprattutto per i bambini che attraversano la piazza.

L’ENPA savonese ha subito inviato al Comune di Cairo una segnalazione, chiedendo di attivare, come prevede un’ordinanza del Ministero della Salute, sia le indagini per scoprire gli avvelenatori ormai divenuti “seriali”, che la bonifica della zona. Le stesse Guardie zoofile dell’ENPA stanno svolgendo accertamenti.

Uccidere i colombi con il veleno, sottolinea l’ENPA, non è soltanto un’azione barbara ed illecita ma inutile. Per limitarne il numero non serve vietare di dar loro da mangiare, come invece fanno molti comuni tra cui anche quello di Cairo, ma impostare programmi di contenimento basati su studi localizzati sulla biologia e la mobilità della specie e la “portanza alimentare” dell’area.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati