gattini
GEAPRESS – La prima impressione deve essere stata quella di avere subito un tentativo di borseggio. Ad ottantasei anni, una vittima facile dei predoni della strada. Ed invece quanto accaduto in via Assereto a Savona, altro non era che “un nuovo episodio di intolleranza verso i gatti e contro chi li accudisce“.

Così denuncia nel suo comunicato l’ENPA di Savona. Insulti e minacce nei confronti dell’anziana signora alla quale sarebbe stata strappata la borsa, svuotata poi per terra e gettando così il cibo per gatti che conteneva.

L’anziana signora, per nulla intimorita, si è rivolta ai Carabinieri della zona per sporgere denuncia.

L’ENPA di Savona ha subito preso le difese della “gattara” che verrà sostenuta, dichiarano gli animalisti, in ogni modo. L’appello è intanto rivolto a chi potrà fornire informazioni utili ad individuare il presunto aggressore. Già nelle scorse settimane, riferisce sempre la Protezione Animali,  un’altra animalista aveva subito un attacco simile in Corso Ricci, sempre a Savona.

Purtroppo – afferma la Protezione Animali  –  a fronte di una stragrande maggioranza di persone che amano e rispettano i gatti liberi delle colonie feline, si trova ancora chi, spesso con comportamenti incivili, non li tollera sfogandosi anche   contro chi li accudisce“. Maltrattamenti di animali, dunque, come insulti e prevaricazioni verso gli animalisti. Ad avviso dell’ENPA di Savona, si verificano sempre meno ma il sospetto è rivolto anche nei confronti dei turisti che riaprono in questo periodo la casa delle vacanze.  Andora, Laigueglia, Albenga, Pietra Ligure e Finale, sarebbero i luoghi dove si sarebbero verificate le intolleranze.

Le norme di legge della Regione Liguria, ricordano gli animalisti, vigenti dal 2000 e proposte proprio da ENPA Savona, sono chiare: “I gatti che vivono in stato di libertà sul territorio sono protetti ed è fatto divieto a chiunque di maltrattarli o di allontanarli dal loro habitat. La somministrazione di cibo e cura delle colonie feline da parte degli zoofili non può essere impedita. E’ vietato a chiunque ostacolare l’attività di gestione di una colonia o asportare o danneggiare gli oggetti impiegati”. Le sanzioni amministrative possono arrivare fino a  516 euro. In più ci sono i reati di maltrattamento ed uccsione di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati