pesce
GEAPRESS – Intervento, nella mattinata di ieri, della Guardia Costiera di Porto Torres (SS) presso il mercato civico di Sassari. Oggetto dell’intervento sono stati i banchi dei rivenditori di pesce, al fine di verificare il rispetto delle norme in vigore a tutela della salute pubblica.

I militari hanno così avuto modo di constatare alcune irregolarità nell’etichettatura individuando altresì un banco di tonno scaduto. Subito, in questo caso, è scattato il sequestro per l’ispezione da parte della A.S.L.

In alcuni casi sarebbe emersa l’assenza o l’incompleta etichettatura di pescato posto in vendita. Di fatto, informa la Capitaneria di Porto, era privo delle informazioni obbligatorie per legge.

In totale sono state elevate cinque sanzioni amministrative pari ad un ammontare complessivo di circa 8.000 euro.

Il Comando della Capitaneria di Porto di Porto Torres rammenta l’importanza dell’etichettatura dei prodotti al dettaglio obbligatoria secondo la normativa dell’Unione Europea. Questa, infatti,  prevede che sul banco di vendita siano presenti precise informazioni relative alla denominazione commerciale e scientifica del prodotto, al metodo di produzione (es. pescato, allevato) e alla zona di provenienza degli alimenti di origine animale destinati al consumo umano.

La Capitaneria di Porto, invita per questo tutti i consumatori a porre particolare attenzione alla presenza di tali informazioni, desistendo dall’acquisto nel caso di incertezza circa la specie e la provenienza.

Si ricorda, da ultimo, che per eventuali segnalazioni, è possibile contattare i seguenti numeri: Tel. 079/502258 – Emergenza 1530 – 079/515151.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati