referemdum anticaccia
GEAPRESS – C’è un po’ di tutto negli scambi di messaggi tra cacciatori della Sardegna. Neanche il consiglio di non scrivere cose compromettenti sembra riesca a trattenere il gruppetto di appassionati che rivela sul web quelle che hanno tutta l’aria di bravate realmente commesse. Tanto, sembra riferire un seguace di Diana, si deve poi dimostrare. Strafottenti ed anche arroganti con quel “Forestale? Neanche l’ombra!”.

Specie protette o per le quali non era ancora inziato il periodo di abbattimento prestabilito dal calendario venatorio 2013-2014. C’è chi ritiene opportuna un’apertura della stagione ai primi di agosto e chi invece sembra sfogarsi sui poveri animali alla faccia di ambientalisti e politici a loro vicini. Si poteva sparare alle tortore, riferisce uno di loro, poi sono arrivate le anatre e le abbiamo buttate giù…

Ad avere appuntato tutto sono state però le associazioni ecologiste Amici della Terra, Lega per l’Abolizione della Caccia e Gruppo d’Intervento Giuridico Onlus che hanno già segnalato scritte e rivendicazioni quantomeno compromettenti (almeno sotto il profilo morale) al Corpo Forestale e di Viglilanza ambientale. Chissà come rimarranno i Forestali della Regione Sardegna quando si vedranno citati in maniera di certo non molto desiderabile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati