OLYMPUS DIGITAL CAMERA
GEAPRESS – Un messaggio inquietante con una scritta eloquente: “E’ INIZIATA LA GUERRA”. Il tutto su una copia di articolo di giornale riportane uno dei numerosi interventi del WWF contro il bracconaggio dilagante nella penisola sorrentina. Oggetto della vendetta,  sono stati alcuni alberelli piantati dagli stessi volontari del WWF nell’aiuola più panoramica della penisola sorrentina, tra il mare dei due golfi.

C’era una discarica, ed i volontari pensarono di ripristinare la scarpata piantandovi degli alberi per favorire anche la piccola fauna locale. Piante difese dai vandali ed irrigate d’estate.

Gli alberelli appaiono ora segati. Una mente arrogante e vigliacca ha così deciso di comunicare il suo segnale “guerra”.

Lascia del tutto avviliti e amareggiati il constatare come l’arroganza, la vigliaccheria, l’ignoranza e la violenza di un solo singolo possa avere, ancora una volta, così facilmente il sopravvento sulle azioni positive, fatte con ottimismo e generosità da tante persone” ha dichiarato Claudio d’Esposito, responsabile del WWF per la Penisola Sorrentina.

Dure le critiche alla “cappa di omertà e impunità” che sembra  respirarsi nei luoghi. Forse qualcosa di ancora più inquietante, ovvero la consapevolezza di essere “controllato a vista“. Non è un caso che proprio nella mattinata di ieri gli attivisti del WWF avevano effettuato un sopralluogo antibracconaggio, per verificare l’attendibilità di una segnalazione ricevuta, in una località, dove l’abusivismo regna sovrano, proprio nei pressi del sito oggetto del vigliacco sabotaggio.

Passata la rabbia ripianteremo gli alberi di gelso – afferma il responsabile del WWF – e se li ritagliano lo faremo ancora … e ancora… e ancora… nel frattempo intensificheremo il contrasto ai briganti armati vaganti, agli sparatori acefali con licenza di uccidere… ai vigliacchi bracconieri… che potranno accecare tutte le quaglie che vogliono ma non riusciranno ad accecare la nostra voglia di un mondo migliore!!!

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati