Un vero e proprio tiro mancino assestato alla lotta al randagismo in una Regione che non ha niente di invidiabile in materia. L’Ansa riferisce che molte  prestazioni veterinarie,  prima gratuite, ora sono gravate da un ticket.
Il passaporto europeo costerà cinque euro, la registrazione di un cane dieci. Il Decreto che fissa le nuove tariffe porta la firma del commissario ad acta Stefano Caldoro e del suo vice Giuseppe Zuccatelli.
Sicuramente un passo indietro verso la registrazione, che ricordiamo è obbligatoria, dei cani all’anagrafe canina; se  poi  assommiamo  questo nuovo provvedimento alla recente indisponibilità di diverse ASL campane alla sterilizzazione dei randagi possiamo dire: indietro tutta!

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati