mareamico
GEAPRESS – Quasi uno sfogo, il video diffuso dall’associazione MareAmico di Agrigento che provocatoriamente si appella ai pescatori invitandoli ad operare nella spiaggia di Sal Leone (AG).

Secondo gli ambientalisti si tratterebbe di pesca di novellame con barche a motore, compiuta a pochi metri dalla riva. MareAmico filma tutto e diffonde su You Tube. Una pesca, nel caso dovesse trattarsi di novellame, perlatro vietata su disposizione della Comunità Europea.

La stessa associazione sottolinea come “per ogni chilo di novellame si perdono 2 quintali di pesce adulto“. Il Regolamento comunitario numero 1967 del 2006 e dal Decreto Legislativo numero 4 del 2012 ne imporrebbero il divieto.

I pescatori, riferisce MareAmico, navigano alla ricerca di un posto sabbioso e compierebbero diverse incursioni giornaliere.

Abbiamo ricevuto – riferiscono da MareAmico – segnalazioni dalla zona del fiume Platani, da Palma di Montechiaro, da Giallonardo e da San Leone. Probabilmente pescano il bianchetto, conosciuto come neonata, con reti di circuizione, ed è una pratica vietata dalla Comunità europea. Inoltre, è utile ricordare che è vietato navigare sotto costa per una distanza di 300 metri dalle spiagge sabbiose e 100 metri dalle coste a picco”.

Nel video diffuso da MareAmico, di vede una imbarcazione, apparentemente non identificabile, che lavora con le reti a pochi metri dalla riva. Poi delle fotografie con imbarcazioni sempre sotto costa.

VEDI VIDEO MAREAMICO

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati