gattino gruciato
GEAPRESS – A dare l’allrme, martedì scorso, è stato l’unico cane posseduto dalla signora di San Josè, in California. Fiamme e fumo che però non hanno impedito la tragedia. Nella casa, infatti, vivevano 106 gatti ed il giardino, per evitarne la fuga, era stato  recintato di conseguenza.

I Vigili del Fuoco hanno tardato dovendo prima provvedere al taglio della particolare recinzione. Dopo un’ora dal loro intervento l’incendio risultava domato ma per  i 100 gatti non c’era più nulla da fare. Morti quasi tutti a seguito dell’inalazione dei gas della combustione. A salvarsi solo il cane, la signora e sei micetti.

Tutti gli animali erano stati salvati dalla strada e quella casa era diventata di fatto un rifugio.

Ancora ignote le cause dell’incendio ma sembra che non debbano imputarsi a difetti dell’impianto elettrico. Quella casa, infatti, anche a seguito dell’elevato numero di animali, era stata oggetto di ispezioni da parte  delle autorità. Non era stato però rilevato nulla di sbagliato neanche sulle condizioni di detenzione degli animali. Erano sicuramente in eccesso rispetto a quanto stabilito nel regolamento locale ma le stanze risultavano pulite e confortevoli.

Sebbene  il massimo numero di gatti consentito per famiglia, fosse di cinque unità, nulla di rilevo era stato possibile contestare considerate le ottimali condizioni di detenzione. Solo un a piccola multa per il numero eccedente e nulla più. La polizia ha escluso che l’incendio sia di origine dolosa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati