guardia costiera
GEAPRESS – Intervento della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto (AP) impegnata, congiuntamente  all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio ed all’Ufficio Locale Marittimo di Cupra Marittima, in un’operazione complessa a livello regionale denominata “SECUNDUM LEGEM”. Si è trattato di una attività di controllo e vigilanza sulla filiera della pesca coordinata dalla Direzione Marittima delle Marche di Ancona.

I controlli effettuati sia a terra che in mare sono stati eseguiti nelle Province di Ascoli Piceno e di Fermo ed hanno avuto come obiettivi primari, il rispetto delle vigenti disposizioni per la pesca in zone vietate ed in particolare in prossimità della costa, la repressione della pesca e/o commercializzazione del novellame, la tutela del consumatore finale ed il rispetto delle disposizioni sugli scambi commerciali nazionali ed internazionali di prodotti ittici.

In tale contesto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria un soggetto che dovrà ora difendersi dall’accusa di detenzione e commercializzazione di prodotti ittici sottomisura.

Nel complesso dell’attività eseguita sono state levate 5.166 euro di sanzione per San Benedetto del Tronto ove è stata sequestrata una draga e 195 chilogrammi di pescato. A Porto San Giorgio, invece, sono state contestate 19.166 euro di sanzione, mentre ad essere sequestrate sono state anche quattro rapidi, due draghe e 195 chilogrammi di pescato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati