I 43 cani del canile di Silvi Marina (TE) sono tutti salvi. La struttura sorge proprio a ridosso del torrente Cerrano, che è esondato. Grazie ai volontari della locale Lega Nazionale per la Difesa del Cane (LNDC),che da dieci anni gestisce la struttura, della Croce Rossa e di alcuni uomini del Comune si è evitata una strage.
Nottetempo, e nostante le avverse condizioni climatiche, i cani sono stati messi in salvo. Gli sfollati sono stati portati nel parcheggio multipiano di via Roma.
Il Sindaco di Silvi , Vallescura,  commenta con orgoglio il lavoro dei volontari: “Dobbiamo ringraziare i volontari della lega del cane che si sono contraddistinti in questa vera e propria opera di salvezza. Hanno lavorato tutta la notte nel fango per mettere in salvo 43 cani. Non potevo far altro che anticipare l’apertura del nuovo canile“.
Il Sindaco si riferisce alla nuova struttura di Pianacce, in  zona collinare. L’intera opera è stata finanziata dal Ministero della Sanità, ma non ha ancora la dichiarazione di agibiltà, che arriverà fra un paio di mesi. L’emergenza ha “costretto” il Sindaco ad agire con largo anticipo, aprendo il nuovo canile.
Dopo la sosta al parcheggio multipiano i cani sono stati traferiti nella nuova struttura.