GEAPRESS – Si terrà questo pomeriggio la manifestazione promossa da LAV ed ENPA, con l’adesione di Associazione Zoofila Salernitana, “Chicca Lali ed Iris”, Veg Campania, Venganch’io, WWF Salerno , UNA Carmine Longo contro l’utilizzo di pellicce ed inserti in pelo nell’abbigliamento.

Sfileremo con fiaccole e ceri lungo le strade dello shopping cittadino per ricordare le morti e le atroci sofferenze degli animali uccisi per produrre oggetti che soddisfino la vanità della nostra società“, spiega Manuela Zambrano, responsabile ENPA Salerno.

In Italia, ogni anno, più di 150.000 animali sono appositamente fatti nascere per poi essere gassati e macellati dopo 8-9 mesi di vita in gabbia per produrre pellicce.

Uno dei paesi europei tra i maggiori produttori, l’Olanda, ha approvato una legge per l’abolizione dell’allevamento degli animali da pelliccia. Speriamo che in Italia possa presto affermarsi questo tema e che una relativa proposta di legge possa essere discussa in Parlamento”, segnala Maria Sperada Laudisio, responsabile LAV Salerno.

La manifestazione, che si svolgerà lungo il corso Vittorio Emanuele, partirà alle ore 17,30 dalla Stazione di Salerno e raggiungerà Piazza Portanova, dove i volontari avranno modo di distribuire volantini informativi e proporre la visione di alcuni video sulla produzione di pellicce. I cittadini saranno li invitati a disfarsi dei corpi del “reato”, dicono gli animalisti in un loro comunicato, ovvero inserti in pelo o intere pellicce.

Sarà, inoltre, possibile firmare la petizione a sostegno della proposta di legge LAV “contro gli allevamenti di animali da pelliccia”.
La manifestazione avrà l’intento di sensibilizzare la popolazione salernitana sollecitando, in un periodo di saldi, acquisti responsabili e cruelty-free.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati