cani caccia
GEAPRESS – C’è pure il ritrovamento di uno scooter risultato poi rubato tra le attività portate a compimento nelle ultime due settimane dalle Guardie del WWF di Salerno. Scooter ed altri “prelievi” non regolari, come quello avvenuto a Serre.  Un agricoltore, infatti, aveva sistemato le tubature per irrigare due fondi agricoli captando  l’acqua direttamente dal fiume Sele. L’intervento del Corpo Forestale dello Stato ha poi comportato la denuncia per violazione del dlgs 3 aprile 2006 n. 152 (norma in materia ambientale).

“E’ altresì importante sottolineare la grave irregolarità  compiuta  ai danni dell’ambiente  – sottolinea Tommaso Magaldi, guardia WWF di Salerno – in quanto queste acque, nonostante siano inquinate, sono ricche di flora e fauna e per questo motivo vanno tutelate. Senza dimenticare che queste acque non sono controllate e potrebbero risultare non idonee all’irrigazione con gravi danni per la nostra salute”. Nello stesso fiume veniva poi verbalizzato un pescatore che non aveva pagato la tassa annuale.

Terminati gli accertamenti, le Guardie si sono recate nel territorio di Altavilla Silentina dove era stata notata una colonna di fumo nero. Giunti sul posto si è così potuto accertate la presenza di un incendio, appiccato per smaltire illecitamente materiale plastico derivante dall’attività di un’azienda di allevamento di bufale. Sul posto erano presenti il titolare dell’azienda e un suo operaio intenti ad alimentare le fiamme con materiale di vario genere caricato su di un trattore.  Avvertiti i Carabinieri della locale Stazione si è così provveduto ad identificare e denunciare i due soggetti.

Nel “mirino” della Guardie del WWF è finita anche una muta di cani intenta a scorazzare in alcuni campi incolti sempre nel Comune di Altavilla Silentina. Si accertava così che si trattava di cani da seguita che inseguivano alcune lepri. I padroni venivano individuati e verbalizzati per addestramento di cani in periodo non consentito.

In ultimo, una notizia positiva. Un  cittadino, accortosi della presenza in strada di un gabbiano ferito, lo ha consegnato al WWF, che ha poi provveduto al trasferimento presso un Centro di Recupero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati