enpa uccellagione
GEAPRESS – Secondo quanto comunicato dall’ENPA di Salerno, gli anellini che avrebbero dovuto certificare la lecita detenzione degli uccelli, sarebbero risultati contraffatti. Questa una delle accuse contestate ad un uomo di origini napoletane individuato dalle Guardie con alcuni cardellini di richiamo. I piccoli volatili protetti dalla legge, erano a sua volta sistemati in prossimità di gabbie trappola. In altri termini il compito del volatile era quello di attirare altri selvatici all’interno della trappola.

Lo stesso soggetto era inoltre in possesso di un falco Gheppio e di un Tordo bottaccio.

L’uomo è stato così deferito all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di uccellagione, detenzione di rapaci e altra fauna particolarmente protetta. Contestato anche il maltrattamento di animali e le inidonee condizioni di detenzione dei volatili.

L’intervento, congiunto  ai Carabinieri della Stazione di Borgo Santa Cecilia, si conclude, però, con una amara riflessione. Secondo la Protezione Animali, infatti, le sanzioni previste sono poco severe. Un fatto che contribuisce al dilagare del fenomeno.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati