falco lanario falconeria
GEAPRESS – Aveva sottratto un falco da una ditta ove lavorava ed aveva chiesto 650 euro per la restituzione.

Questo quanto comunicato dall’Arma dei Carabinieri in merito ad una richiesta estortiva quantomeno insolita. Il soggetto ora arrestato, già collaboratore di una società che gestisce l’allevamento di falchi, approfittando dell’assenza del titolare, si era  infatti recato presso l’allevamento e sfruttando le proprie capacità è riuscito ad impossessarsi di un falco.

Per la restituzione del volatile, avrebbe poi minacciato il titolare dell’allevamento chiedendo in cambio 650 in contanti. La vittima a quel punto ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri della Stazione di Sacrofano.

Fissato l’incontro per lo scambio, all’appuntamento si sono però presentati anche i militari dell’Arma. Osservata la scena a distanza ed avvenuto lo scambio, sono usciti allo scoperto ammanettando il presunto estortore e recuperando sia il denaro che il falco. L’animale, che versava in buone condizioni di salute, èd stato così restituito al proprietario.

L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’intervento è avvenuto ieri mattina ed ha visto impegnati i Carabinieri della Stazione di Sacrofano e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Roma Cassia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati